Barolo Bussia Riserva 2011 su Jancis Robinson

Giacomo Fenocchio, Bussia Riserva 2011 Barolo 17

Tasted blind. Monforte d’Alba. Mid ruby with narrow orange rim. Quite closed on the nose with malty notes. Intense and a little sweet on the palate and quite closed. Big finish with plenty of chewy tannins. Still very embryonic, and needs much more age. (WS)

Drink 2022-2038

 

Noi al Vinitaly al Padiglione 10 Stand G1

 

 

Barolo 2012 su Slowine

dove: Ristorante Officina del Gusto, Castenaso (Bo)

con: lasagne verdi

Le lasagne a Bologna sono un’istituzione, quasi al pari dei tortellini, e sono il piatto più casalingo che ci sia; in genere vengono preparate dalle mamme o dalle nonne, in modo rigoroso: sette strati di sfoglia verde, intervallati da ragù e besciamella. La mia mamma in questa preparazione si esalta. Poi una sera un compleanno di una mia amica mi porta all’Officina del Gusto di Castenaso – dove opera la chef Cynthia Ravanelli – e li m’imbatto in una interpretazione “mostruosa” delle lasagne, forse superiore a quella della mia mamma: un equilibrio di gusti strabiliante, il giusto compromesso di besciamella e ragù in una sfoglia di perfetto spessore e consistenza. Strabiliato dalla bontà chiamo Dario – compagno della Cynthia e uomo di sala – e faccio stappare al volo il Barolo 2012 di Giacomo Fenocchio: queste lasagne “reali” richiamano necessariamente una denominazione italiana di pari rango (senza però esagerare con un cru piuttosto invecchiato). Colore granato scarico, profumi eleganti di piccoli frutti rossi, con netta virata sulle spezie che rimandano al ginepro, al mallo di noce e a un accenno di tabacco, che non sopravanzano mai una netta rosa in appassimento e un finale agrumato. È un 2012, giovane ma già ampiamente godibile in bocca, grazie alla sua eleganza di beva; polposo, a tratti viscerale grazie a una rocciosa acidità che equilibra il tannino dalla trama fitta ma elegante. Tutto sommato snello e mai invadente nella sua salda struttura con un finale sapido e leggermente terroso. Con la lasagna ci stava a meraviglia e ricorderò a lungo questo connubio “da re”. Purtroppo, contravvenendo alle regole, quando mi sono ricordato di fare le foto la lasagna era finita…

 

P.S. Spero che mia mamma non legga mai questo post…

 

Lusinghiere valutazione della rivista Wine & Spirits dei nostri barolo

 

 

 

Tanti Auguri di Buone Feste

I nostri Barolo 2013 su Jancis Robinson

Giacomo Fenocchio – Castellero 2013 Barolo – 16

Barolo. Cask sample. Tasted blind. Mid ruby with the beginning of orange tinges. Almost rich cherry fruit on the nose. Supple and mellow with just a medium-weight feel. Grainy tannins on the finish, and already approachable. (WS)

Giacomo Fenocchio – Cannubi 2013 Barolo – 17+

Barolo. Cask sample. Tasted blind. Mid to dark ruby with orange tinges. More depth on the nose than most Cannubi wines so far. Focused palate with plenty of fruit perfectly matched by fine, coating tannins. Impressive balance and concentration. (WS)

Giacomo Fenocchio – Villero 2013 Barolo – 17+

Castiglione Falletto. Cask sample. Tasted blind. Mid ruby with orange tinges. Leafy, cool cherry nose with hints of iron. Backward, youthful sweet fruit and wonderful grainy tannins. Great balance but not ready by far. (WS)

Giacomo Fenocchio – Bussia 2013 Barolo – 17.5

Monforte d’Alba. Cask sample. Tasted blind. Concentrated ruby. Pretty nose of cherry and dried fruit. Supple and elegant palate with hints of orange and dried fruit. Polished tannins underneath. Long, and set to become more complex with further bottle age. (WS)

 

I punteggi di James Suckling di Barbera D’Alba Superiore e Roero Arneis

GIACOMO FENOCCHIO BARBERA D’ALBA SUPERIORE 2013

Score – 90
A vibrant and citrusy barbera with fresh strawberries, rosemary and espresso undertones. Light and easy with subtle yet apparent fruit. Drink now.

GIACOMO FENOCCHIO ROERO ARNEIS 2014

Score – 90
Lemons with sliced apples and white flowers make up the bouquet of this white. Lots of pineapple character with a seductive yet sensible texture that concludes with a persistent dry fruit finish. Drink now.

 

Un cuoricino per Villero – 2012 da Merum

La rivista tedesca Merum assegna il riconoscimento al nostro Barolo docg  Villero 2012

Tre Bicchieri 2017

Assegnati i Tre Bicchieri al nostro

Barolo Riserva docg – Bussia – 90 Dì – 2010

 

Cinque Grappoli 2017

Sono stati assegnati i Cinque Grappoli ai nostri

Barolo docg – Villero – 2012

Barolo docg – Cannubi – 2012